Camera di Commercio di Cagliari - Cancellazione d'ufficio



martedì 24 aprile 2018


Men¨ principale



Diritto Annuale

Atti Depositati

verifichePA


Fatturazione Elettronica



Cancellazione d'ufficio

Cancellazione d'ufficio dal Registro delle Imprese


La cancellazione d'ufficio delle posizioni iscritte nel Registro delle imprese Ŕ possibile per i seguenti soggetti:
1) imprese individuali
2) societÓ di persone
3) societÓ di capitali in fase di liquidazione.

á
Per la cancellazione d'ufficio delle imprese individuali e delle societÓ di persone, il riferimento normativo Ŕ il D.P.R. 247 del 23 luglio 2004 "Regolamento di semplificazione del procedimento relativo alla cancellazione di imprese e societÓ non pi¨ operative dal Registro delle Imprese".

á
Fattispecie previste dalla norma per le imprese individuali (art. 2, comma1):
a) decesso dell'imprenditore;
b) irreperibilitÓ dell'imprenditore;
c) mancato compimento di atti di gestione per tre anni consecutivi;
d) perdita dei titoli autorizzativi o abilitativi all'esercizio dell'attivitÓ dichiarata.


Fattispecie previste dalla norma per le SocietÓ di persone (art. 3, comma1):
a) irreperibilitÓ presso la sede legale;
b) mancato compimento di atti di gestione per tre anni consecutivi;
c) mancanza del codice fiscale;
d) mancata ricostituzione della pluralitÓ dei soci nel termine di sei mesi;
e) decorrenza del termine di durata, in assenza di proroga tacita.


La cancellazione d'ufficio non si attiva su istanza di parte nÚ Ŕ prevista in via alternativa o sostitutiva alle procedure ordinarie previste da legge. Si attiva su segnalazione di PP. AA. o su segnalazioni di terzi con documentazione o informazioni idonee a far presumere il ricorrere delle circostanze indicate negli artt. 2 comma 1 e art. 3 comma 1 del regolamento.


Per le societÓ di persone non Ŕ dunque prevista come procedura che si attivi su istanza dei soci in via alternativa o sostitutiva a quanto previsto dagli artt. 2272 e ss. del cod. civ. in combinato disposto con gli artt. 2308 e ss. del cod. civ. (SocietÓ in nome collettivo) e 2323 e ss. del cod. civ. (SocietÓ in accomandita semplice).

á
Si vedano in proposito le indicazioni fornite dalla Circolare Ministeriale 3585/C del 14.06.2005, sul "Regolamento di semplificazione del procedimento per la cancellazione dal R.I. di imprese e societÓ non pi¨ operative" (Circolare pubblicata sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico).

La cancellazione dal Registro Imprese per le imprese individuali e le societÓ di persone Ŕ disposta con decreto del Giudice del Registro.

á
Per la cancellazione d'ufficio delle societÓ di capitali in fase di liquidazione, il riferimento normativo Ŕ l' art. 2490, comma 6, del codice civile.

á
L'ultimo comma dell'articolo 2490 del Codice Civile recita testualmente:
źQualora per oltre tre anni consecutivi non venga depositato il bilancio di cui al presente articolo, la societÓ Ŕ cancellata d'ufficio dal registro delle imprese [c.c. 2188] con gli effetti previsti dall'articolo 2495╗.


La procedura di cancellazione dal Registro delle imprese pu˛ essere avviata solo per le societÓ che si trovano nella fase di liquidazione.


La cancellazione Ŕ disposta con provvedimento dal Conservatore del Registro delle imprese.
Di recente, con l'art. 25 D.L. 18.10.2012, n. 179 convertito in L. 17.12.2012, n. 221, Ŕ stata introdotta un'ulteriore ipotesi di cancellazione d'ufficio per le start up innovative e gli incubatori certificati, laddove perdano i requisiti previsti da legge per la loro iscrizione nella sezione speciale del Registro delle Imprese (art. 25 comma 8) e/o non comprovino il perdurare del possesso degli stessi con apposita dichiarazione presso l'ufficio Registro delle Imprese.

á
L'ufficio procederÓ ai sensi dell'art. 3 D.P.R. n. 247/2004.


Recita testualmente la norma:
źcomma 15. Entro 30 giorni dall'approvazione del bilancio e comunque entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, il rappresentante legale della startup innovativa o dell'incubatore certificato attesta il mantenimento del possesso dei requisiti previsti rispettivamente dal comma 2 e dal comma 5 e deposita tale dichiarazione presso l'ufficio del registro delle imprese.
comma 16. Entro 60 giorni dalla perdita dei requisiti di cui ai commi 2 e 5 la start-up innovativa o l'incubatore certificato sono cancellati d'ufficio dalla sezione speciale del registro delle imprese di cui al presente articolo, permanendo l'iscrizione alla sezione ordinaria del registro delle imprese. Ai finiádi cui al periodo precedente, alla perdita dei requisiti Ŕ equiparato il mancato deposito della dichiarazione di cui al comma 15. Si applica l'articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 23 luglio 2004, n. 247
╗.


La cancellazione dalla sezione speciale comporta la perdita dei benefici previsti dalla legge e connessi all'iscrizione nella predetta sezione (art. 25, comma 8, e art. 31, D.L. n. 179 del 18.10.2012, convertito in Legge n. 221 del 17.12.2012)


Dichiarazione da allegare per il mantenimento dell'iscrizione in caso di persistente attivitÓ

Pagine Correlate