Camera di Commercio di Cagliari - PEC - Posta Elettronica Certificata



domenica 18 novembre 2018


Mený principale



Diritto Annuale

Atti Depositati

verifichePA


Fatturazione Elettronica



PEC - Posta Elettronica Certificata

 

PEC - POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di comunicazione simile alla posta elettronica ordinaria a cui si aggiungono delle caratteristiche di sicurezza e di certificazione della trasmissione tali da rendere certa, certificabile e opponibile a terzi la spedizione e la consegna.
Ogni titolare di un indirizzo di posta certificata può trasmettere ad un'altra casella di PEC messaggi elettronici con lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno.
Cos'è la pec e come ottenerla

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLA PEC AL REGISTRO DELLE IMPRESE

 
Le imprese, al fine di favorire la presentazione di istanze, dichiarazioni e dati, nonché lo scambio di informazioni e documenti tra la pubblica amministrazione e le imprese in modalità telematica, sono tenute a dotarsi di un proprio indirizzo di PEC, comunicandolo all'ufficio del registro delle imprese.
L'obbligo di comunicazione ricade sui seguenti soggetti:
- imprese individuali
- società di capitali e di persone
- società semplici
- società cooperative
- società in liquidazione
- società estere che hanno in Italia uno o più sedi secondarie
Vedi la tabella riepilogativa (formato pdf) delle imprese obbligate e non obbligate a comunicare la PEC.

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


MODALITÀ DI COMUNICAZIONE DELLA PEC

 
La comunicazione dell'indirizzo PEC, o della sua variazione, va effettuato solo per via telematica. 
È possibile utilizzare una procedura semplificata online ad uso esclusivo del legale rappresentante della società o del titolare di impresa individuale, munito del dispositivo di firma digitale, senza necessità di registrazione o autenticazione. Per verificare gratuitamente se l'impresa ha già iscritto il proprio indirizzo PEC e per conoscere le modalità per effettuare tale comunicazione si può consultare il sito registroimprese.it.
Le istruzioni per la compilazione della pratica, per i soggetti diversi dal legale rappresentante o comunque quando non si desideri utilizzare la procedura semplificata di cui sopra, sono disponibili nella Guida alla compilazione
L'iscrizione dell'indirizzo di posta elettronica certificata nel registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria.

ATTENZIONE:
A seguito dell'istituzione dell'Indice Nazionale degli indirizzi PEC (INI-PEC) di cui al decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 19.03.2013, una casella di PEC, per essere iscritta nel Registro delle Imprese, deve essere UNIVOCA, cioè riconducibile esclusivamente e unicamente all'impresa, senza possibilità di domiciliazione presso soggetti terzi, e ATTIVA:
la Camera di Commercio, attraverso il sistema informatico in dotazione, esegue appositi controlli al fine di verificare l'esistenza, il regolare funzionamento e l'univocità della casella di PEC dichiarata.

Approfondimenti:
Chiarimenti su imposta di bollo comunicazione PEC impresa individuale - Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 45/E del 5/07/2013
obbligo di comunicazione della PEC da parte dei produttori agricoli di cui all'art. 2, c. 2, L. n. 77/1997 - Circolare MISE n. 0065740 del 19/04/2013

Univocità dell'indirizzo PEC e casi di applicazione della procedura di cancellazione ex art. 2191 - Circolare MISE n. 77684 del 9 maggio 2014 e Circolare MISE n. 3670 del 23 giugno 2014

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


CONSEGUENZE DELLA MANCATA COMUNICAZIONE DELLA PEC

SOCIETÀ
In base al comma 6bis dell'articolo 16 del D.L. 185/2008 (introdotto dall'articolo 37 del D.L. 5/2012) le imprese in forma societaria che non hanno ancora comunicato l'indirizzo PEC si vedranno sospendere l'iscrizione di qualunque atto al Registro imprese fino all'integrazione dell'indirizzo PEC e comunque per un periodo massimo di tre mesi.
Trascorso tale periodo l'atto sarà rifiutato.
Approfondimenti società


IMPRESE INDIVIDUALI
In base all'art. 5 del D.L. 179/2012 convertito con L. 221/2012 le imprese individuali che non hanno hanno ancora comunicato l'indirizzo PEC si vedranno sospendere l'iscrizione di qualunque atto al Registro delle Imprese per un periodo massimo 45 giorni. Trascorso tale periodo la pratica viene respinta e si intende non presentata.
Approfondimenti impresa individuale

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


IMPRESE SOGGETTE A PROCEDURE CONCORSUALI - COMUNICAZIONE PEC DEL CURATORE FALLIMENTARE
Il curatore fallimentare/commissario giudiziale/commissario liquidatore, entro dieci giorni dalla propria nomina, deve comunicare il proprio indirizzo di PEC per l'iscrizione al Registro Imprese (art. 1, comma 19 della legge n. 228/2012).
La PEC del curatore/commissario giudiziale/commissario liquidatore, si riferisce alla procedura concorsuale in atto e non all'impresa e pertanto non può essere comunicata in sostituzione della PEC dell'impresa, ma solo in aggiunta alla stessa.
Il ritardo nella comunicazione comporta l'applicazione della sanzione amministrativa di cui all'art. 2194 c.c.
Modalità di deposito della comunicazione

Pagine Correlate