Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Camera di Commercio di Cagliari - Riconoscimento qualifiche professionali somministrazione al pubblico di alimenti e bevande



domenica 25 ottobre 2020


Men¨ principale



Diritto Annuale

verifichePA


Fatturazione Elettronica



Riconoscimento qualifiche professionali somministrazione al pubblico di alimenti e bevande

 

A CAUSA DELL'ALLERTA SANITARIA E IN COERENZA CON LA VIGENTE NORMATIVA DETTATA DALL'EMERGENZA NAZIONALE CON DISPOSIZIONE GENERALE N. 7 DEL 10 MARZO 2020 E' STATO  DISPOSTO IL CONTINGENTAMENTO DELL'ACCESSO AGLI SPORTELLI AL PUBBLICO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI. 
 
GLI UTENTI SONO, PERTANTO, INVITATI AD ACCEDERE AGLI SPORTELLI ESCLUSIVAMENTE PER COMPROVATE URGENZE.
 
NEL SUPERIORE INTERESSE PUBBLICO DI LIMITARE I CONTAGI DA COVID-19 GLI UTENTI SONO INVITATI AD UTILIZZARE, IN VIA PRIORITARIA, I SERVIZI POSTALI PER INVIARE ISTANZE IN ALTERNATIVA AL DEPOSITO PRESSO LO SPORTELLO, E GLI  INDIRIZZI  mail abilitazioniprofessionali@ca.camcom.it /pec cciaa@ca.legalmail.camcom.it PER COMUNICARE NOTIZIE O CHIEDERE INFORMAZIONI E CHIARIMENTI.
 
RIMANE ATTIVO LO SPORTELLO TELEFONICO AL N. 07060512389
 

********************************************************************************

 

 

 

 

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

 

D.Lgs. 9.11.2007 n. 206 - attuazione della direttiva 2005/36/CE, di modifica del D.Lgs. 20.09.2002 n. 229

Legge Regionale 18.05.2006 n. 5 e s.m.i.
Attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande.
Riconoscimento di qualifiche professionali conseguite in uno Stato membro dell'Unione europea e che, nello stato d'origine, li abilita all'esercizio di detta professione.

La Legge Regionale Sardegna 18 maggio 2006 n. 5, all'art. 2, punto 6, stabilisce "Ai cittadini degli Stati membri dell'unione europea ed alle società costituite in conformità con la legislazione di uno Stato membro dell'unione europea ed aventi la sede sociale, l'amministrazione centrale o il centro di attività principale all'interno dell'Unione europea, si applica quanto disposto dal decreto legislativo 20 settembre 2002, n. 229, in materia di riconoscimento delle qualifiche per le attività professionali disciplinate dalle direttive di liberalizzazione e dalle direttive recanti misure transitorie e che completa il sistema generale di riconoscimento delle qualifiche. Ai sensi dell'art. 6 del decreto legislativo n. 229 del 2002, sulle domande di riconoscimento presentate dai beneficiari provvede la Camera di commercio competente per territorio".

 

ISTANZA DI RICONOSCIMENTO DEL REQUISITO PROFESSIONALE DI CUI ALLA NORMATIVA CITATA DA PRESENTARE AL SERVIZIO ABILITAZIONI PROFESSIONALI  


1) istanza in bollo da € 16.00 indirizzata al Servizio Regolazione del Mercato - Abilitazioni Professionali ;

2) attestazione del versamento pari a € 31.00, per diritti di segreteria, da effettuarsi sul c.c.p. 11192093 intestato a CCIAA di Cagliari;
3) documentazione attestante le condizioni per il riconoscimento delle attività ai sensi dell'art. 30, comma 1, lettera d, del D.Lgs 9.11.2007, n. 206:
Art. 30. Condizioni per il riconoscimento delle attività di cui alla Lista III dell'allegato IV (Ristoranti e spacci di bevande - gruppo ISIC 8529-)
1. In caso di attività di cui alla Lista III dell'allegato IV, l'attività in questione deve essere stata precedentemente esercitata:
a) per 3 anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda; oppure
b) per 2 anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda, se il beneficiario prova di aver in precedenza ricevuto, per l'attività in questione, una formazione sancita da un certificato riconosciuto da uno Stato membro o giudicata del tutto valida da un competente organismo professionale;oppure
c) per 2 anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda se il beneficiario prova di aver in precedenza esercitato l'attività in questione come lavoratore subordinato per almeno 3 anni, oppure
d) per 3 anni consecutivi come lavoratore subordinato, se il beneficiario prova di aver in precedenza ricevuto, per l'attività in questione, una formazione sancita da un certificato riconosciuto da uno Stato membro o giudicata del tutto valida da un competente organismo professionale.
2. nei casi di cui alle lettere a) e c) del comma 1, l'attività non deve essere cessata da più di 10 anni alla data di presentazione della documentazione completa dell'interessato alle autorità competenti di cui all'art. 5.
4) fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità;
5) traduzione giurata della documentazione originariamente prodotta in lingua diversa dalla lingua italiana.

Il Servizio Abilitazioni Professionali non è competente per il riconoscimento di titoli di studio (conseguiti all'estero e non) abilitanti all'esercizio di attività professionali, per i quali gli utenti dovranno rivolgersi agli Uffici Ministeriali competenti in materia, ai sensi del D.Lgs 9.11.2007 n. 206.

 

La domanda di riconoscimento della qualifica professionale conseguita all'estero per l'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande deve essere depositata unitamente al modulo INFORMATIVA PRIVACY datato e sottoscritto dall'interessato
 
 

Per informazioni rivolgersi a:

RICONOSCIMENTO QUALIFICHE PROFESSIONALI CONSEGUITE ALL’ESTERO PER L’ATTIVITA’ SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

indirizzo Via Giovanni Maria Angioy, n. 83 - 09124 Cagliari
telefono 070/60512.389 - 381
mail abilitazioniprofessionali@ca.camcom.it
note PEC: cciaa@ca.legalmail.camcom.it