Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Camera di Commercio di Cagliari - GAS FLUORURATI



mercoledì 3 giugno 2020




Diritto Annuale

verifichePA


Fatturazione Elettronica



GAS FLUORURATI

 

PROGRAMMAZIONE EVENTI CCIAA CAGLIARI

 

3 LUGLIO 2019  SEMINARIO FORMATIVO E INFORMATIVO

24 SETTEMBRE 2019  SEMINARIO FORMATIVO E INFORMATIVO

 

****************************************************************************************************

 

Gas fluorurati - Registro Nazionale

 

La normativa di riferimento

 

Il 9 gennaio 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il D.P.R. n. 146 del 16 novembre 2018, in vigore dal 24 gennaio, che attua il Regolamento (UE) 517/2014 sui gas fluorati ad effetto serra.

Viene così abrogato il precedente D.P.R n.43 del 27/01/2012, e vengono introdotte alcune importanti modifiche al Registro Telematico Nazionale delle persone e delle imprese certificate, istituendo inoltre la Banca Dati gas fluorurati a effetto serra e apparecchiature contenenti gas fluorurati

Tra le principali novità del DPR ci sono:

  • Estensione dell'ambito di applicazione anche ad altre tipologie di apparecchiature (p.es. commutatori elettrici, celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero)​.

  • Estensione dell'ambito di applicazione anche ad altre attività: per esempio lo smantellamento.​

  • Obbligo, a decorrere dal 24 luglio 2019, di iscrizione al registro e di comunicazione dei dati di vendita per imprese che forniscono gas fluorurati e apparecchiature precaricate non ermeticamente sigillate contenenti gas fluorurati

  • Obbligo, a decorrere dal 24 settembre 2019, di comunicazione degli interventi di installazione, controllo, manutenzione, riparazione e smantellamento di apparecchiature contenenti gas fluorurati.

  • Abrogazione (a decorrere dalle date sopra indicate) del registro d'impianto e del registro cartaceo dei rivenditori.

  • Abrogazione dell’obbligo di comunicazione della dichiarazione 

 

Abrogazione della dichirazione ISPRA

 

Il 24 gennaio è entrato in vigore il D.P.R. 146/2018, che abroga il precedente D.P.R. 43/2012.

L'obbligo in capo agli operatori di trasmettere la Dichiarazione F-gas relativa alle informazioni del 2018 (termine di comunicazione 31 maggio 2019) non è più in vigore.

L'obbligo di comunicazione viene portato in capo alle imprese certificate o, nel caso di imprese non soggette ad obbligo di certificazione alle persone certificate, che, a partire dal 24 settembre 2019, dovranno comunicare alla Banca Dati FGAS i dati previsti dalla legge relativamente  agli interventi di installazione di nuove apparecchiature e di controllo delle perdite, di manutenzione, di assistenza, di riparazione e/o di smantellamento delle apparecchiature già installate .

I dati andranno comunicati con riferimento agli interventi svolti  sulle apparecchiature di seguito indicate, a prescindere dalla quantità di FGAS in esse contenute: apparecchiature fisse di refrigerazione, apparecchiature fisse di condizionamento d’aria; pompe di calore fisse; apparecchiature fisse di protezione antincendio; celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero; commutatori elettrici

La comunicazione va effettuata dagli installatori e manutentori, via telematica, alla Banca Dati nazionale gestita dalle Camere di commercio via telematica, entro 30 giorni:

 

A. dall'installazione delle apparecchiature;

 

B. Dal primo intervento di controllo delle perdite, manutenzione o riparazione di apparecchiature già installate;

 

C. Dallo smantellamento delle apparecchiature.

 

Questo obbligo sostituisce, a partire dal 25/09/2019, il registro dell'impianto che doveva, in base al Regolamento 517/2014, essere conservato dagli operatori o dai manutentori per loro conto.

L'operatore delle apparecchiature (ovvero il proprietario o comunque il soggetto che ha un effettivo controllo sull'apparecchiatura) potrà accedere ad un'area riservata della Banca Dati FGAS e consultare le informazioni relative agli interventi svolti sulle proprie apparecchiature nonchè scaricare un attestato.

 

Soggetti tenuti all’iscrizione al Registro gas fluorurati:

 

imprese che svolgono attività di controllo delle perdite, recupero gas, installazione, manutenzione, riparazione, assistenza e smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione: 

 

condizionamento d’aria, pompe di calore, celle frigorifere di autocarri e rimorchi frigorifero 

 

che contengono gas fluorurati ad effetto serra [Regolamento (UE) 2015/2067 ex (CE) 303/2008] ;

 

che svolgono attività di controllo delle perdite, recupero gas, installazione, manutenzione o riparazione su impianti fissi di protezione antincendio che contengono gas fluorurati a effetto serra [Regolamento (CE) 304/2008]

 

che svolgono attività di installazione, riparazione manutenzione o assistenza, smantellamento o recupero su commutatori elettrici contenenti gas fluorurati a effetto serra ai sensi del Regolamento (UE) 2066/2015, ex (CE) 305/2008]

 

addette al recupero di solventi a base di gas fluorurati a effetto serra dalle apparecchiature che li contengono [Regolamento CE 306/2008]

 

addette al recu​​pero di gas fluorurati a effetto serra dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore, che rientrano nel campo d’applicazione della direttiva 2006/40/CE.

 

L'iscrizione al Registro è prevista per tutte le persone e le imprese che operano con i gas fluorurati previsti dalla norma in questione. 

 

Nel caso di imprese individuali l’iscrizione è dovuta per l'impresa e per tutte le persone, che operano con i gas fluorurati, compreso il titolare.

 

Modalita di iscrizione

 

La domanda di iscrizione deve essere presentata telematicamente, attraverso il sito www.fgas.it.

L’accesso al portale avviene con firma digitale della persona interessata o del legale rappresentante dell’impresa oppure con SPID (sistema di identità digitale). Nel caso di soggetto terzo è necessaria idonea delega, il modulo viene generato all’atto dell’iscrizione in automatico dal sistema o, in alternativa, può essere scaricato dal sito www.fgas.it (informazioni utili > modulistica ed istruzioni).

L'iscrizione al Registro viene gestita dalla Camera di commercio competente, ossia quella del capoluogo di regione o di provincia autonoma dove risiede la persona fisica oppure dove è iscritta la sede legale dell'impresa.

 

Per informazioni sul Registro: info@fgas.it

Per assistenza tecnica e problemi di accesso al sistema: assistenza@fgas.it

Per risposte a domande ricorrenti: www.fgas.it/Faq

 

Certificati e attestati

 

Per le attività disciplinate dai Regolamenti 2015/2067, 304/2008, 2066/2015 e 306/2008, le persone iscritte al Registro devono ottenere un certificato, rilasciato da un organismo di certificazione, a seguito del superamento di un esame teorico e pratico.

Per le attività di cui al Regolamento 307/2008, invece, è necessario un attestato, rilasciato da un organismo di attestazione, a seguito della partecipazione ad un corso di formazione.

Gli organismi accreditati, selezionati da Accredia, sono disponibili sul sito www.fgas.it icerca

Per le attività disciplinate dai Regolamenti 2015/2067 e 304/2008 le imprese iscritte al Registro devono ottenere un certificato, rilasciato da un organismo di certificazione, a seguito della verifica del possesso dei requisiti previsti dall’Allegato B al DPR 146/2018.

Tutte le persone e le imprese che, alla data di entrata in vigore del decreto, 24 gennaio 2019, risultano iscritte al Registro telematico nazionale, devono conseguire i pertinenti certificati entro il termine di 8 mesi a partire da tale data. Per i nuovi iscritti la scadenza di 8 mesi decorre dalla data di iscrizione. Il mancato rispetto di tale termine comporta la decadenza dell’iscrizione della persona fisica e dell’impresa dal Registro, previa notifica.

 

Diritti di Segreteria:

 

La presentazione della pratica di iscrizione è subordinata ai diritti di segreteria pari a:

Euro 13.00 per le persone (sia per iscrizione che per esenzione);

Euro 21.00 per le imprese;

Euro 25.00 per gli organismi di certificazione;

Euro 25.00 per il deposito del certificato estero da parte delle imprese;

Euro 15.00 per il deposito del certificato estero da parte delle persone;

Euro 13.00 per la dichiarazione di deroga ed esenzione;

Euro 10.00 per l'inserimento telematico dei certificati da parte degli organismi di certificazione;

Euro 9.00 pratiche di variazione persone/imprese

Imposta di bollo pari a:

 Euro 16.00

Euro 5.00 richiesta di attestato iscrizione persona/impresa (Bollo non previsto)

 

La cancellazione non è soggetta a diritto di segreteria 

 

Modalità di pagamento esclusivamente con:

Telemaco Pay/IConto

Carta di credito

 

Le sanzioni

 

La disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra è stata prevista con il D. Lgs. 5 marzo 2013 n. 26,  entrato in vigore il 12 aprile 2013. 

 

Banca Dati gas fluorurati a effetto serra e apparecchiature contenenti gas fluorurati

 

La banca Dati è stata istituita dal DPR 146/2018 presso il Ministero dell’Ambiente per raccogliere le informazioni contenute nei registri di cui all’articolo 6 del Regolamento (UE) n. 517/2014, relative a:

le vendite di gas fluorurati a effetto serra ai fini delle attività di installazione, riparazione, manutenzione e assistenza nonchè controllo delle perdite e recupero svolte su apparecchiature contenenti FGAS

le vendite agli utilizzatori finali di apparecchiature non sigillate ermeticamente contenenti tali gas

le attività di installazione assistenza, manutenzione, riparazione e smantellamento svolte su apparecchiature, contenenti FGAS, di refrigerazione, condizionamento, pompe di calore, celle frigorifero di rimorchi e camion frigorifero, apparecchiature di protezione antincendio, commutatori elettrici

rivenditori di gas e apparecchiature

 

Le imprese interessate  dovranno preventivamente Iscriversi al Registro gas fluorurati.

I rivenditori di gas, all’atto della vendita, dovranno trasmettere telematicamente alla Banca Dati gestita dalla Camera di commercio competente, a partire da 6 mesi dall’entrata in vigore del DPR 146/2018 (24/01/2019), le seguenti informazioni:

  • i numeri dei certificati delle imprese acquirenti o, laddove le imprese non siano soggette ad obbligo di certificazione, i numeri dei certificati o degli attestati delle persone fisiche;

  • le quantità e la tipologia di gas fluorurati a effetto serra e di apparecchiature contenenti tali gas venduti.

 

Attività di installazione, manutenzione, riparazione, smantellamento

 

L’obbligo è in capo ad imprese e persone già iscritte al Registro FGAS, nello specifico imprese e persone in possesso di certificato per lo svolgimento di attività di installazione, manutenzione, riparazione di apparecchiature di refrigerazione, condizionamento e antincendio (vedi elenco sopra riportato) contenenti gas fluorurati. 

Queste dovranno trasmettere telematicamente i dati sugli interventi svolti e sulle apparecchiature entro 30 giorni dalla data dell’intervento.

La Banca Dati verrà avviata entro 8 mesi dall’entrata in vigore del D.P.R. n. 146/2018.


 

Per informazioni rivolgersi a:

AMBIENTE (AEE - COV - GAS FLUORURATI - MUD - PILE)

indirizzo Via Mameli, 64 - 09124, Cagliari
telefono 070/6783-754-761-762
fax 070/6783783
mail albo.smaltitori@ca.camcom.it
note Pec: servizioambiente@ca.legalmail.camcom.it // orario per contatti telefonici: dalle 09.00 alle 12.00 lun-ven.