Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Camera di Commercio di Cagliari - MUD



domenica 25 ottobre 2020




Diritto Annuale

verifichePA


Fatturazione Elettronica



MUD

 

MUD 2020

 

Rimane valido il D.P.C.M. 24 dicembre 2018, pubblicato sul supplemento ordinario n. 8 alla G.U. n. 45 del 22 febbraio 2019, che stabilisce la modulistica e le modalità per la compilazione e l’invio del Modello unico di dichiarazione ambientale nel 2020 (riferito ai dati 2019).

 

 

L A   S C A D E N Z A

 

"Il DL 17 marzo 2020 n. 18 all’art. 113 stabilisce che sono prorogati i termini di presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) di cui all’articolo 6, comma 2, della legge 25 gennaio 1994, n. 70;b)"

 

La scadenza è il 30 Giugno 2020

 

 

Soggetti obbligati

Il D.P.C.M. del 24/12/2018 pubblicato sulla G.U. del 22 Febbraio 2019 contiene il modello e le istruzioni per la presentazione

delle Comunicazioni da parte dei soggetti obbligati:

 

 

Comunicazione

Soggetti obbligati

 

Rifiuti

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti

  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione

  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti

  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi

  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

 

Sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge n. 221 del 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

 

Veicoli Fuori Uso

Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

 

Imballaggi

  • Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c).

  • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio.

 

RAEE

Soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche

Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione

 

Soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati.

Produttori di AEE

 

Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento

 

 

 

 

L E   N O V I T À

 

Le principali novità introdotte dal D.P.C.M. possono essere così riassunte:

 

Comunicazione

Novità

Rifiuti semplificata

I produttori che conferiscono rifiuti a destinatari fuori dal territorio nazionale non possono presentare la Comunicazione rifiuti semplificata e devono presentare la Comunicazione rifiuti.

 

Rifiuti (per i Gestori)

  • I soggetti che svolgono attività di recupero o smaltimento su rifiuti CER del capitolo 1912 (rifiuti dal trattamento meccanico del rifiuto) e sui rifiuti CER 190501 (parte di rifiuti urbani e simili non compostata) e 190503 (compost fuori specifica) dovranno specificare se tali rifiuti sono di origine urbana.

  • Il gestore che riceve rifiuti con CER 160601 a 160605, 200133 e 200134 dovrà indicare se la quantità è relativa a pile e accumulatori portatili.

  • Il dichiarante dovrà indicare per i rifiuti che riceve dall’estero, la tipologia di trattamento prevista tra recupero di materia, recupero di energia, incenerimento, discarica e altre operazioni di smaltimento.

  • Nel modulo MG è stata aggiornato il riquadro “tipologia impianto” con la modifica di alcune descrizioni e l’inserimento di altre.

  • Le istruzioni specificano che se il dichiarante svolge, sul medesimo rifiuto, sia attività di recupero o smaltimento sia attività di solo trasporto, dovrà compilare due schede RIF per il medesimo rifiuto, distinguendo le quantità in relazione all’attività svolta sul rifiuto.

 

Imballaggi - sezione Gestori

  • I gestori di rifiuti di imballaggio dovranno comunicare, sia nella scheda IMB che nel modulo RT, il rifiuto ricevuto da terzi distinguendo tra “rifiuto ricevuto da superficie pubblica” e “rifiuto ricevuto da superficie privata”. Questa nuova indicazione sostituisce il riferimento al “circuito CONAI “e “circuito extra CONAI”.

  • Vanno distinte la quantità di rifiuto prodotte dal gestore a seguito del trattamento di imballaggi mono-materiale dalla quantità di rifiuto prodotta a seguito del trattamento di imballaggi multi- materiale.

  • Nel modulo RT-IMB il dichiarante dovrà specificare, relativamente ai rifiuti che riceve dall’estero, la tipologia di trattamento prevista.

 

Imballaggi- sezione Consorzi

Nella scheda SBOP il Conai dovrà comunicare, il peso medio di ogni borsa

 

RAEE

  • Sono state inserite due nuove categorie PF (pannelli fotovoltaici) e LS (lampade a scarica), oltre alle 10 già esistenti. Per i pannelli fotovoltaici il dichiarante non deve indicare la categoria 4 ma barrare PF, lo stesso per le lampade a scarica per le quali barrerà solo la casella LS.

  • Nel modulo RT-RAEE il dichiarante dovrà specificare, relativamente ai rifiuti che riceve dall’estero, la tipologia di trattamento prevista.

 

Veicoli fuori Uso

Nel modulo RT-VEIC il dichiarante dovrà specificare, relativamente ai rifiuti che riceve dall’estero, la tipologia di trattamento prevista.

 

Rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione

È stata modificata la scheda con l’inserimento di una serie di codici;

  • nel riquadro “Raccolta non differenziata”:

  • nel riquadro della “Raccolta differenziata”:

  • nel riquadro della “Raccolta separata di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche”:

Nel riquadro “Compostaggio” sono stati aggiunti due campi denominati rispettivamente “Rifiuti avviati a compostaggio di comunità” e relativa quantità e “Rifiuti avviati a impianti di compostaggio autorizzati ex art. 214 comma7-bis” e relativa quantità.

 

 

 

 

 

L A   C O M P I L A Z I O N E   E  I N V I O

 

 

Non vi sono modifiche alle modalità di compilazione e invio​. si ricorda che le comunicazioni rifiuti, veicoli fuori uso, raee e imballaggi devono essere inviate via telematica, tramite il sito https://www.mudtelematico.it/ il mud semplificato va compilato e stampato tramite il sito https://mudsemplificato.ecocerved.it , e poi inviato via pec alla casella comunicazionemud@pec.it, insieme all’attestato di pagamento.

 

Sul portale https://www.ecocamere.it/ è possibile scaricare il software, consultare le istruzioni e porre quesiti.

 

C O S T I

 

 

DIRITTI DI SEGRETERIA


COMUNICAZIONE RIFIUTI SEMPLIFICATA o MUD Comuni

 

 

L'importo dei diritti di segreteria è pari a € 15,00 da versare tramite  il sistema PagoPAnella causale indicare il codice fiscale del dichiarante e la dicitura "DIRITTI DI SEGRETERIA MUD – (legge 70/1994)".

 

 


IN CASO DI TRASMISSIONE TELEMATICA

L'importo dei diritti di segreteria è pari a € 10,00 Il pagamento deve essere effettuato mediante carta di credito,Telemaco Pay/IConto, PagoPa.

Nel caso vengano presentate contestualmente e per la stessa unità locale le Comunicazioni di seguito indicate, deve essere versato un unico diritto di segreteria (di importo pari a 10,00 euro):


- Comunicazione rifiuti speciali

- Comunicazione veicoli fuori uso

- Comunicazioni imballaggi

- Comunicazione rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

Per informazioni rivolgersi a:

AMBIENTE (AEE - COV - GAS FLUORURATI - MUD - PILE)

indirizzo Via Mameli, 64 - 09124, Cagliari
telefono 070/6783-754-761-762
mail ufficioambiente@ca.camcom.it
note Pec: servizioambiente@ca.legalmail.camcom.it // orario per contatti telefonici: dalle 09.00 alle 12.00 lun-ven.