Camera di Commercio di Cagliari - Diritto annuale 2016



domenica 18 novembre 2018




Diritto Annuale

Atti Depositati

verifichePA


Fatturazione Elettronica



Diritto annuale 2016

DIRITTO ANNUALE DOVUTO PER L'ANNO 2016:


Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato una recente nota (prot. n. 0279880 del 22 dicembre 2015) in attuazione della Legge n. 114 dell' 11 agosto 2014 sulla riduzione del 40% del diritto annuale dovuto alle Camere di Commercio per l'anno 2016.

In base a tale nota:

1) PER LE NUOVE IMPRESE (iscritte o annotate, nonché nuove unità locali, sedi secondarie e nuovi soggetti REA), vedi gli importi;


2) PER LE IMPRESE GIÀ ISCRITTE vedi gli importi. In particolare, gli importi da versare per l'anno 2016, ottenuti seguendo le stesse modalità previste per l'anno 2014, devono essere ridotte del 40%.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

DIRITTO ANNUALE: ATTENZIONE ALLE TRUFFE

Di recente sono pervenute, da parte di alcune imprese iscritte, segnalazioni di richieste di pagamento di "quote di iscrizione" da parte di soggetti privati estranei a questa Camera di Commercio. Si ricorda che i pagamenti del diritto annuale devono essere effettuati utilizzando esclusivamente il modello F24. Le richieste di pagamento da parte di soggetti truffaldini prevedono invece il pagamento con il conto corrente postale. Nei casi dubbi, prima di effettuare il pagamento, è opportuno contattare la Camera di Commercio anche per telefono al n. 070/60512463/493/412/304/359. 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il diritto annuale è il tributo che le imprese iscritte o annotate nel Registro delle imprese, ed i soggetti iscritti solo al REA (Repertorio Economico Amministrativo) sono tenuti a versare alla Camera di Commercio di riferimento in base alla legge (art. 18 L. n. 580 del 29 dicembre 1993, come sostituito dal D. Lgs. N. 23 del 15 febbraio 2010).

La misura del diritto annuale, compresi gli importi minimi e massimi e gli importi dovuti in misura fissa, è determinata con decreto interministeriale dal Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentite l'Unioncamere e le Organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato che gli importi del diritto annuale 2016 sono quelli stabiliti con decreto interministeriale del 21 aprile 2011 ridotti in misura pari al 40%.

Le imprese che al 1° gennaio del 2016 risultano già iscritte al Registro delle imprese, ricevono prima della scadenza una lettera informativa sul diritto annuale, in base alla sezione di appartenenza, con le modalità di pagamento e gli importi da versare.

Il termine di scadenza coincide con quello previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, solitamente fissato al 16 giugno di ogni anno.

Se l'impresa o la società, oltre alla sede principale ha sedi secondarie o unità locali, anche fuori provincia, il pagamento del diritto annuale è dovuto a ciascuna Camera di Commercio competente per territorio, con le eventuali maggiorazioni previste da ciascuna di esse.

La stessa regola si applica alle imprese con sede legale all'estero e dislocamenti in Italia. Per questi ultimi, il tributo è dovuto a ciascuna Camera di Commercio in cui è ubicata la sede secondaria o l'unità locale.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all'Ufficio diritto annuale, telefono n. 070/60512463/412/304/359, all' indirizzo e-mail: dirittoannuale@ca.camcom.it, o al call center (a pagamento) numero 199 500 010. Sul sito istituzionale www.ca.camcom.gov.it, nell'apposita sezione "Diritto Annuale" è disponibile la normativa completa sulla materia.

Pagine Correlate