Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Camera di Commercio di Cagliari - Startup e PMI innovative - Incubatori certificati



domenica 25 ottobre 2020


Men¨ principale



Diritto Annuale

verifichePA


Fatturazione Elettronica



Startup e PMI innovative - Incubatori certificati

UFFICIO AQI - ASSISTENZA QUALIFICATA ALLE IMPRESE

 

La Camera di Commercio di Cagliari ha istituito l’Ufficio AQI – Assistenza Qualificata alle Imprese.

L’Ufficio AQI supporterà le start-up innovative che vogliono costituirsi o modificare il proprio atto costitutivo e statuto così come indicato dal Decreto Ministeriale 17 febbraio 2016 e dal Decreto direttoriale del 1° luglio 2016 attraverso la piattaforma startup.registroimprese.it, in via facoltativa e alternativa rispetto alla modalità ordinaria tramite atto pubblico.
In particolare, con l’AQI la Camera di Commercio affiancherà le startup in tutte le fasi del processo: dalla verifica della correttezza del modello alla sua registrazione all’Agenzia delle Entrate, fino alla trasmissione della pratica di Comunicazione Unica al Registro delle Imprese e ogni altra attività necessaria, secondo quanto stabilito dall’art. 25 del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD).

La Camera di Commercio sta procedendo a dotare l’Ufficio AQI di tutte le abilitazioni necessarie all’espletamento delle predette funzioni; fino al completamento di questa fase di avvio, gli startupper possono procedere all’invio del modello standard per l’iscrizione delle società nella sezione speciale con la modalità prevista dall’art. 24 del CAD; tale modalità è accessibile dalla piattaforma startup.registroimprese.it, selezionando l’opzione “SENZA ASSISTENZA QUALIFICATA (ART. 24 CAD)”.

 

Start up innovative

Le start-up innovative sono società di capitali, costituite anche in forma cooperativa, in possesso dei requisiti previsti dall'art. 25 del D.L. n. 179/2012, che hanno per oggetto sociale, esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.

La norma prevede alcuni vantaggi a favore delle start-up innovative (esenzioni, agevolazioni, deroghe e strumenti speciali).

Per usufruire dei benefici previsti, le società in possesso dei requisiti indicati al predetto articolo, devono iscriversi nella sezione speciale del registro imprese riservata alle start-up innovative e agli incubatori certificati, presentando apposita domanda.

Dopo l'iscrizione, le start-up innovative hanno l'obbligo di dichiarare il mantenimento dei requisiti entro 30 giorni dall'approvazione del bilancio e comunque entro 6 mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, con le modalità indicate nella sezione Mantenimento dei requisiti – indicazioni e modulistica .

La mancata presentazione della dichiarazione di mantenimento dei requisiti comporta la cancellazione d'ufficio dalla sezione speciale e la conseguente perdita dei benefici previsti per le start-up.

Sul sito startup.registroimprese.it sono disponibili la guida contenente tutte le informazioni sulle start-up innovative e il modello di autocertificazione del possesso dei requisiti.

Sul sito startup.registroimprese.it è, inoltre, disponibile la nuova piattaforma #ItalyFrontiers, che integra le informazioni ufficiali del Registro Imprese con quelle messe a disposizione volontariamente dall’impresa:  una vetrina che ha lo scopo di promuovere queste aziende,  l’eccellenza dell’innovazione italiana, verso il mondo imprenditoriale e finanziario, per dare luogo ad occasioni di business e di investimento.
La nuova piattaforma web, che ha visto la collaborazione del Ministero dello Sviluppo Economico e di Unioncamere, è aperta a tutti e consultabile anche in inglese.

Il Ministero dello Sviluppo Economico dedica una pagina del proprio sito alle start up innovative, nella quale sono reperibili le guide aggiornate sia per le start up che per gli incubatori, circolari, studi, modulistica e normativa.

 Le istruzioni sugli adempimenti amministrativi (costituzione, comunicazione periodiche, cancellazione) sono contenute nella Guida interattiva agli adempimenti societari.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Incubatori certificati

Gli incubatori certificati sono società di capitali, costituite anche in forma cooperativa, in possesso dei requisiti previsti dal D.L. n. 179/2012, che offrono servizi per sostenere la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative.

Per beneficiare delle specifiche agevolazioni previste, le società in possesso dei requisiti individuati dalla citata legge, devono iscriversi nella sezione speciale del registro imprese riservata alle start-up innovative e agli incubatori certificati, presentando apposita domanda.

Dopo l'iscrizione, gli incubatori hanno l'obbligo di dichiarare il mantenimento dei requisiti entro 30 giorni dall'approvazione del bilancio e comunque entro 6 mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, con le modalità indicate nella sezione Mantenimento dei requisiti – indicazioni e modulistica .

La mancata presentazione della dichiarazione di mantenimento dei requisiti comporta la cancellazione d'ufficio dalla sezione speciale e la conseguente perdita delle agevolazioni previste per gli incubatori certificati.

Guide e modulistica aggiornata, oltre a circolari, studi e normativa, nell’apposita pagina del sito MISE dedicato alle start up innovative.

Le istruzioni sugli adempimenti amministrativi (costituzione, comunicazione periodiche, cancellazione) sono contenute nella Guida interattiva agli adempimenti societari.

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

PMI innovative

Le piccole e medie imprese (PMI) innovative sono società di capitali, in possesso dei requisiti previsti dall'art. 4 del D.L. n. 3/2015, che non superano i limiti dimensionali relativi a organico e fatturato/bilancio previsti dalla normativa europea sulle PMI.

La norma prevede alcuni vantaggi a favore delle PMI innovative (esenzioni, agevolazioni, deroghe).

Per beneficiare delle agevolazioni previste, le società in possesso dei requisiti prescritti dalla legge, devono iscriversi nella sezione speciale del registro imprese riservata alle PMI innovative, presentando apposita domanda.

Dopo l'iscrizione, le PMI innovative hanno l'obbligo di dichiarare il mantenimento dei requisiti entro 30 giorni dall'approvazione del bilancio e comunque entro 6 mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, con le modalità indicate nella sezione Mantenimento dei requisiti – indicazioni e modulistica.

La mancata presentazione della dichiarazione di mantenimento dei requisiti comporta la cancellazione d'ufficio dalla sezione speciale del registro delle imprese e la conseguente perdita dei benefici previsti per le PMI innovative.

Guide e modulistica aggiornata, oltre a circolari, studi e normativa, nell’apposita pagina del sito MISE dedicato alle PMI innovative.

Le istruzioni sugli adempimenti amministrativi (costituzione, comunicazione periodiche, cancellazione) sono disponibili nella Guida interattiva agli adempimenti societari.

 

 

Per saperne di più scarica slide Focus startup e PMI innovative

 

 

 

Pagine Correlate

Per informazioni rivolgersi a:

PROCEDURE PER LA QUALITA' E SERVIZI GENERALI AREA ANAGRAFICA

indirizzo Largo Carlo Felice n. 72 - 09124 Cagliari
telefono 070/60512268
mail innovazioneareanagrafica@ca.camcom.it