Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Camera di Commercio di Cagliari - Startup e PMI innovative - Incubatori certificati



lunedì 27 settembre 2021


Men¨ principale



Diritto Annuale

verifichePA


Fatturazione Elettronica



Startup e PMI innovative - Incubatori certificati

 

STARTUP INNOVATIVE CON MODELLO STANDARD TIPIZZATO - SOSPENSIONE SERVIZI PUBBLICITARI

Dal 30 marzo 2021 l'ufficio Registro Imprese sospende tutte le attività riferite alla costituzione e modificazione di srl startup innovative con modello standard tipizzato.
 
Il Consiglio di Stato - con sentenza n. 2643/2021, pubblicata il 29.3.2021 - ha infatti annullato il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 17.2.2016 e il Decreto Direttoriale 1.7.2016 che disciplinavano la modalità di costituzione con il modello standard e le verifiche degli uffici del registro delle imprese su tali atti, firmati digitalmente in base agli artt.  24 o 25 del Codice dell'Amministrazione Digitale.
 
Saranno gestiti gli atti costitutivi con sottoscrizione ai sensi dell'art. 24 CAD depositati in autonomia con pratica telematica presentata sino alla data del 29 marzo 2021.

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Startup innovative

Le startup innovative sono società di capitali, costituite anche in forma cooperativa, che hanno per oggetto sociale, esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.
 
Le startup innovative, durante il loro ciclo di vita, beneficiano di alcune misure specifiche di sostegno (esenzioni, agevolazioni, deroghe e strumenti speciali).
 
Per usufruire dei benefici, le società devono essere in possesso dei requisiti previsti dalla norma e iscriversi nella sezione speciale del Registro imprese.
 
Dopo l'iscrizione, le startup innovative hanno l'obbligo di dichiarare, ogni anno, il mantenimento dei requisiti.
 
Le startup innovative possono godere dei benefici previsti entro i 5 anni dalla loro costituzione; trascorso tale periodo di tempo hanno la possibilità di trasformarsi senza soluzione di continuità  in PMI innovative,
 
Sul sito startup.registroimprese.it è disponibile la piattaforma #ItalyFrontiers, che integra le informazioni ufficiali del Registro imprese con quelle messe a disposizione volontariamente dall’impresa:  una vetrina che ha lo scopo di promuovere queste aziende,  l’eccellenza dell’innovazione italiana, verso il mondo imprenditoriale e finanziario, per dare luogo ad occasioni di business e di investimento.
 
Il Ministero dello Sviluppo Economico dedica una pagina del proprio sito alle startup innovative, nella quale sono reperibili le guide aggiornate sia per le startup che per gli incubatori, circolari, studi, modulistica e normativa.  In particolare, si consiglia di consultare la raccolta delle circolari e dei pareri.
 
Le istruzioni sugli adempimenti amministrativi (costituzione, comunicazione periodiche, cancellazione) sono riportati nella piattaforma SARI.
 

Modalità di costituzione 

La costituzione di una startup innovativa può avvenire alternativamente mediante la redazione di:

  • un atto pubblico presso il notaio

  • un atto informatico sottoscritto digitalmente dai soci contraenti, senza intervento notarile, ai sensi degli artt. 24 o 25 del CAD - Codice dell’amministrazione digitale, secondo il modello standard tipizzato (attualmente previsto esclusivamente per le società a responsabilità limitata)

Startup innovativa con modello standard tipizzato

Gli startupper possono procedere all’invio del modello standard per l’iscrizione delle società nella sezione speciale con la modalità prevista dall’art. 24 del CAD, accessibile dalla piattaforma startup.registroimprese.it selezionando l’opzione SENZA ASSISTENZA QUALIFICATA (ART. 24 CAD) della sezione CREA O MODIFICA STARTUP.
 
La Camera di Commercio sta procedendo a dotare gli uffici di tutte le abilitazioni necessarie alla costituzione delle startup con modalità assistita (art. 25 del CAD); attualmente l’opzione CREA LA STARTUP INSIEME ALLA TUA CAMERA DI COMMERCIO è quindi attiva solamente per inoltrare all’Ufficio Registro imprese la bozza di atto costitutivo e statuto, ai fini di una preventiva - e non vincolante - valutazione dei requisiti. L’Ufficio riscontra tali richieste tramite mail.
 
La piattaforma startup.registroimprese.it guida gli utenti  alla redazione dell’atto costitutivo e dello statuto, che devono essere successivamente  sottoscritti digitalmente dalle parti.
 
Per agevolare gli utenti nell’utilizzo di questa procedura, si riportano di seguito le diverse fasi da seguire per la costituzione della startup innovativa e la sua iscrizione nel Registro delle imprese.

 

 

Fasi

Procedura

Sottoscrizione dell’atto costitutivo e dello statuto

 

I soci appongono le proprie firme digitali ai due file in formato XML. Tra la prima e l’ultima delle sottoscrizioni digitale apposte non deve essere trascorso un tempo superiore ai 10 giorni. Ad ogni firma digitale deve essere associata anche una  marcatura temporale. 

N.B.: la marcatura temporale va apposta anche con l'ultima delle sottoscrizioni digitali in quanto è quest'ultima che dà l'estensione .m7m all'atto costitutivo e allo statuto.

 

 

Registrazione dell’atto e dello statuto presso l’Agenzia delle Entrate e contestuale versamento della tassa di registrazione 

 

L’operazione va svolta in autonomia dagli interessati la tassa di registrazione è pari ad € 200,00. La registrazione va richiesta compilando (tramite la procedura accessibile dal portale) un apposito modello che verrà inviato via P.E.C. all’Agenzia delle Entrate competente per territorio. 

 

Adempimenti in tema di Antiriciclaggio e prevenzione del finanziamento del terrorismo

 

Per lo svolgimento degli accertamenti antiriciclaggio i sottoscrittori devono trasmettere i moduli antiriciclaggio.

 

Dichiarazione del possesso dei requisiti di start up innovativa 

 

Va compilata in autonomia dall’amministratore producendo un file in formato pdf/A sottoscritto digitalmente dallo stesso.

 

Compilazione della Comunicazione Unica (con allegati) per chiedere l’iscrizione al registro delle imprese e l’attribuzione del CF/Partita IVA

 

 

Va svolta in autonomia dall’amministratore o avvalendosi di un servizio professionale di fiducia: il professionista deve firmare, insieme all’amministratore, la distinta di presentazione ai fini della domiciliazione per le interlocuzioni con l'ufficio. La pratica va inviata entro i 10 giorni dalla marcatura temporale/registrazione dell’atto.

 

Iscrizione della società nel Registro delle imprese

 

Entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione della pratica - al netto di eventuali sospensioni per un periodo non superiore a 10 giorni in caso di carenze o irregolarità sanabili - l’ufficio del registro delle imprese effettua l’iscrizione provvisoria della società nella sezione ordinaria del registro delle imprese.

 

 

Iscrizione della società nella sezione speciale delle start up innovative

 

 

Entro 10 giorni dalla iscrizione nella sezione ordinaria, verificato il possesso dei requisiti di start up innovativa, l’ufficio procede all’iscrizione nella sezione speciale delle startup innovative. 

 

Costi della pratica

 

La pratica non ha costi, in quanto esente dall’imposta di bollo e dai diritti di segreteria.

La società è anche esente dal versamento del diritto annuale. 

 

Documentazione da allegare

 

Atto e statuto (formato xml.p7m o xml.m7m) da codificare con codice B07

I seguenti documenti in formato pdf/A e firmati digitalmente

  • Copia del modello 69 inviato all’Agenzia delle Entrate per la registrazione fiscale dell’atto
  • Copia della lettera di registrazione fiscale ricevuta dall’Agenzia delle Entrate
  •  Autodichiarazione possesso dei requisiti
  •  Eventuale presentation deck/business plan
  •  Eventuali altri allegati, in base alle caratteristiche della startup
  •  Copia contabile bancaria o assegno circolare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per predisporre la pratica di iscrizione al Registro imprese, oltre al modello di autocertificazione, l'Ufficio mette a disposizione un fac-simile compilazione distinta a quadri (formato .pdf) e un  elenco di domande e risposte frequenti - FAQ (formato .pdf).

 

scarica Modello autocerficazione start up innovativa (link al sito del MISE)
 

Modifica statuto startup con modello tipizzato

Per la modifica dello statuto delle startup innovative con modello tipizzato è possibile utlizzare la modalità prevista dall’art. 24 del CAD, accessibile dalla piattaforma startup.registroimprese.it selezionando l’opzione SENZA ASSISTENZA QUALIFICATA (ART. 24 CAD) della sezione MODIFICA STARTUP.

Perdita dei requisiti

Entro 60 giorni dalla perdita dei requisiti, la startup deve richiedere la cancellazione dalla sezione speciale. Si manterrà la sola iscrizione alla sezione ordinaria.
 
Si sottolinea che  il mancato deposito della dichiarazione di mantenimento dei requisiti determina la cancellazione d’ufficio dalla sezione speciale entro i successivi 60 giorni. 
 

PMI innovative

Le PMI innovative  sono società di capitali, costituite anche in forma cooperativa, in possesso di alcuni requisiti oggettivi e soggettivi
 
La norma prevede alcuni vantaggi a favore delle PMI innovative (esenzioni, agevolazioni, deroghe).
 
Per beneficiare delle agevolazioni previste, le società in possesso dei requisiti devono iscriversi nella sezione speciale del Registro imprese riservata alle PMI innovative.
 
Dopo l'iscrizione, le startup innovative hanno l'obbligo di dichiarare, ogni anno, il mantenimento dei requisiti.
 
Guide e modulistica aggiornata, oltre a circolari, studi e normativa, nell’apposita pagina del sito MISE dedicato alle PMI innovative.
 
Le istruzioni sugli adempimenti amministrativi (costituzione, comunicazione periodiche, cancellazione) sono riportati nella piattaforma SARI.
 
 
scarica il Modello autocertificazione PMI innovativa (link al sito del MISE)
 

Incubatori  certificati

Gli incubatori certificati sono società di capitali, costituite anche in forma cooperativa, in possesso dei requisiti, che offrono servizi per sostenere la nascita e lo sviluppo delle startup innovative.
 
Per beneficiare delle specifiche agevolazioni previste, le società in possesso dei requisiti individuati dalla citata legge, devono iscriversi nella sezione speciale del Registro imprese riservata alle startup innovative e agli incubatori certificati.
 
Dopo l'iscrizione, le startup innovative hanno l'obbligo di dichiarare, ogni anno, il mantenimento dei requisiti.
 
Guide e modulistica aggiornata, oltre a circolari, studi e normativa, nell’apposita pagina del sito MISE dedicato agli incubatori certificati.
 
Le istruzioni sugli adempimenti amministrativi (costituzione, comunicazione periodiche, cancellazione) sono riportati nella piattaforma SARI.

 

 

Pagine Correlate

Per informazioni rivolgersi a:

PROCEDURE PER LA QUALITA' E SERVIZI GENERALI AREA ANAGRAFICA

indirizzo Largo Carlo Felice n. 72 - 09124 Cagliari
telefono 070/60512268
mail innovazioneareanagrafica@caor.camcom.it