Elenco Produttori e Utilizzatori di Sottoprodotti

Sulla Gazzetta ufficiale del 15 febbraio 2017 è stato pubblicato il decreto ministeriale 13 ottobre 2016, n. 264, "Regolamento recante Criteri indicativi per agevolare la dimostrazione della sussistenza dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti e non come rifiuti", da ultimo meglio definito dal Ministero dell’Ambiente con circolare esplicativa del 30/05/2017.

 

Come disposto dall'art. 10 del D.M. 264/2016, al fine di favorire lo scambio e la cessione dei sottoprodotti, le Camere di Commercio tramite la Società partecipata Ecocerved hanno istituito un apposito elenco di produttori e utilizzatori di sottoprodotti.

 

L'elenco è pubblico e consultabile gratuitamente.

 

All'elenco si iscrivono, senza alcun onere, i produttori e gli utilizzatori di sottoprodotti.

 

L'elenco non introduce un requisito abilitante per i produttori e gli utilizzatori di sottoprodotti, ma ha finalità conoscitiva e di mera facilitazione degli scambi.

 

Sul sito www.elencosottoprodotti.it è disponibile un'applicazione che consente l'iscrizione all'elenco da parte delle aziende che producono e riutilizzano sottoprodotti. E’ inoltre possibile consultare gli elenchi redatti secondo le specifiche fornite dal Ministero dell'Ambiente.

 

L'applicazione è accessibile con firma digitale dal 12 giugno 2017 (intestata al legale rappresentante o comunque a persona di impresa, la cui qualifica viene validata mediante interoperabilità con il Registro Imprese) e consente il recupero dei dati dell'impresa e delle sue unità locali dal Registro Imprese e la verifica dei poteri del firmatario.

 

Non sono previsti diritti di segreteria né bolli e l'utente risulta immediatamente iscritto negli elenchi.

 

Non è previsto alcun costo per l'iscrizione all'elenco dei sottoprodotti e per la consultazione dello stesso.

 

VIDIMAZIONE

Il Regolamento prevede che le imprese possano caratterizzare i sottoprodotti generati o utilizzati attraverso schede tecniche contenenti una serie di informazioni.

 

Le schede tecniche, quando l'operatore scelga di avvalersene, devono essere vidimate presso la Camera di Commercio competente, con le medesime modalità adottate per i registri di carico e scarico di cui all'articolo 190 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152: ciò significa che la vidimazione delle schede prevede il diritto di segreteria previsto per i registri di carico e scarico.

 

Ai fini della vidimazione, le schede tecniche dovranno contenere i soli dati anagrafici dell'impresa ed i riferimenti dell'impianto di produzione, limitatamente alle informazioni su indirizzo, autorizzazione/ente rilasciante, data di rilascio dell'autorizzazione.

 

ASSISTENZA

Per assistenza sul funzionamento del sistema gli utenti potranno rivolgersi a info@elencosottoprodotti.it oppure a assistenza@elencosottoprodotti.it

Per maggiori informazioni potete consultare il sito www.elencosottoprodotti.it